giovedì 31 agosto 2017

Recensione #7 "The Glittering Court" di Richelle Mead

agosto 31, 2017 13 Comments
The Glittering Court "Richelle Mead"


Edizione:LSWR
Pagine:438
Genere:Fantasy
Prezzo: € 16,90

                                VOTO:


Mi è piaciuto!
____________________________________________________________
Per un gruppo selezionato di ragazze la Corte Scintillante (The Glittering Court) rappresenta l’opportunità di conquistare una vita che finora potevano solo sognare, una vita fatta di lusso, glamour e ozio. Per l’aristocratica Adelaide, costretta dalla sua famiglia nobile, ma ormai decaduta, a un matrimonio d’interesse, la Corte Scintillante rappresenta qualcos’altro: l’occasione di pianificare il proprio destino e di avventurarsi in una nuova terra ricca e incontaminata al di là dell’oceano.Dopo un incontro fortuito con l’affascinante Cedric Thorn, Adelaide si spaccia per una cameriera. Tutto comincia a sgretolarsi quando Cedric scopre lo stratagemma di Adelaide e questa viene notata da un giovane governatore molto potente, che vuole sposarla. La fanciulla non si è lasciata alle spalle la gabbia dorata della sua vecchia vita solo per diventare di proprietà di qualcun altro. Ma a essere davvero sconvolgente – o meravigliosa – è la fortissima attrazione proibita tra Adelaide e Cedric, che, se assecondata, li renderebbe due emarginati in un mondo selvaggio, pericoloso e inesplorato, e forse ne causerebbe perfino la morte.
_____________________________________________________________

"Liberi, insieme. Per sempre".

Sinceramente da Richelle Mead, dopo Vampire academy, mi sarei aspettata molto di più. Le prime cento pagine sono state molto lente e introduttive anche se poi si scatena l'effetto domino con varie conseguenze. Parliamo della storia.
La nostra protagonista é Lady Witmore, contessa di Rothford, rimasta orfana da piccola non le rimane che la nonna. Quest'ultima la tiene in pugno e dato che il nome della famiglia sta andando in miseria decide di combinare un matrimonio con un cugino. Lady Witmore si sente in una gabbia dorata, dove, nonostante gli agi non sia libera nemmeno di camminare senza che nessuno la guardi. Un giorno tutto cambia. A corte si presenta un giovane fanciullo che sin dal primo momento abbaglia la vista della nostra contessa. Lui é Cedric Thorns, figlio di uno dei fondatori della Corte Scintillante, dove ragazze appartenenti ai ceti bassi potranno imparare le buone maniere e trasformarsi in nobil donne. Questa fortuna toccherà ad Adelaide, una delle dame di compagnia di Lady Witmore, sarà quest'ultima a convincere la fanciulla, dandole da vendere dei suoi gioielli, a liberare Adelaide e a prenderne lei stessa l'identità. Andare nel Nuovo Mondo sarebbe stato un modo per essere finalmente libera.
Nel corso della storia la nostra Adelaide, Lady Witmore, incontrerà due sue alleate Mira e Tamsin.

"Dovevo scegliere tra loro. Tra la mia migliore amica e...chi? L'uomo che mi aveva salvata?[...]"

Il loro rapporto é bellissimo, si sostengono sempre (o quasi) e nonostante ognuna di loro abbia dei segreti hanno il rispetto di non chiederli. Prima di essere portate ad Adria le nostre ragazze dovranno sostenere degli esami per finire in una graduatoria: più alta sei più il tuo prezzo sarà alto. Una volta raggiunta la Corte le ragazze potranno ricevere proposte da uomini d'affari alla ricerca di una moglie raffinata, intelligente e obbediente. Sarà il nostro antagonista, Warren Doyle, a voler sposare a tutti i costi Adelaide e a mettere i bastoni fra le ruote a tutti.

"Non potevo assolutamente dirgli la verità, che le parole di Warren mi avevano riempita di terrore, che mi ero sentita stringere il petto al pensiero che potesse accadergli qualcosa[...]"

Parliamo un momento di Cedric, tra lui e Adelaide nascerà un bellissimo rapporto basato sulla fiducia e il rispetto reciproco, sarà lui infatti a coprire l'identità di Lady Witmore e quest'ultima a coprirlo nel suo credo religioso. Un credo che lo farebbe finire al patibolo. Mi é piaciuto molto come Richelle Mead abbia giocato la loro relazione, casta ma piena di passione e amore. Cedric potrebbe essere definito il classico principe azzurro ma in questo libro il più delle volte sarà la protagonista a salvare il suo amato. Un libro dove le donne vengono messe al "mercato" ma dove spiccano sempre caratteri forti e indipendenti, donne che sanno ragionare con la propria testa e sanno tenere alti i propri valori. É a queste donne che consiglio di leggere questo libro.



Ilaria.

domenica 27 agosto 2017

Recensione teen wolf 6x13 "After images" #3

agosto 27, 2017 12 Comments

A breve arriverà la recensione della mia attuale lettura corrente, che terminerò stasera. Oggi vi recensisco l'episodio 13 della 6b di teen wolf. Non voglio che finisca *piange*. Comunque "After images" lancia il debutto di Tyler Posey alla regia. Quindi tanti complimenti, sono davvero orgogliosa di lui.

L'episodio prende come protagonista indiscusso il nostro Gerard Argent, che come un vero maestro insegna alla sua novella cacciatrice tutti i trucchi del mestiere durante una battuta di caccia che vede Brett come sfortunata vittima. Il ragazzo è stato avvelenato da una delle frecce di Argent e cerca di nascondersi nei tunnel sotterranei mentre Lori, sua sorella, si dirige da Scott in cerca di aiuto.
Scott, Liam, Malia e Lori, dopo aver trovato un indizio e credendo di avere a che fare con un cacciatore inesperto, si dirigono dunque nei sotterranei. Ovviamente a Beacon Hills non può andare tutto per il verso giusto: complice involontario Liam che ulula per mandare un messaggio a Brett ma facendosi captare dai cacciatori, Scott rimane ferito a causa di una trappola attivata da Argent. L'errore di Liam porterà proprio a fare il gioco di Argent, ovvero dividere il branco e portare così, sfortunatamente, alla morte di Brett investito da un'auto. Cosa peggiore? Liam si trasforma davanti a tutti i testimoni dell'incidente, scatenando in loro la paura.
E la paura è il filo conduttore di questa puntata: quella di Mason che continua a vedere l'immagine del corpo senza volto ritrovato nello scorso episodio e quella di Melissa McCall e Chris Argent mentre tentato di capire cosa sia accaduto e cosa sia in realtà quel cadavere. Ultima, ma non per importanza, la paura che attanaglia gli studenti di Beacon High dopo che Nolan infilza con una penna Corey e dimostra a tutti come guarisce velocemente. Una cosa che si sarebbe potuta evitare se le premonizioni di Lydia fossero state più chiare: la banshee, infatti, aveva avuto una visione che riguardava il numero 68, cifra che pensava riguardasse la scomparsa di Brett, ma che, invece, non è nient'altro che il numero di Nolan nella squadra di Lacrosse.

I cittadini di Beacon Hills si stanno rivoltando contro ogni essere soprannaturale che incontrano nel loro cammino. 
Parlando di forti emozioni, che non è la paura, ho trovato che la situazione tra Scott e Malia si fa sempre più intima. Molto dolce la scena in cui Malia tenta di alleviare il dolore a Scott. Sinceramente non avevo mai pensato a loro due come coppia, però devo dire che non mi dispiacciono insieme. Trovo una cosa un po' forzata il fatto che vogliono fare che Scott non rimanga single e passa da una ragazza all'altra. Vabbè. 


Domani posto la recensione del prossimo episodio!
Stay tuned!

Ilaria



giovedì 24 agosto 2017

Shawn Mendes Illuminate book tag in collab. con Notonlybooks

agosto 24, 2017 16 Comments
    (Shawn Mendes live in Milan. 6-05-2017)

Buonasera a tutti! Oggi sono stata contattata da Notonlybooks (andate a seguire il suo blog) che mi ha chiesto se mi andava di creare questo tag su Shawn Mendes insieme a lei. Io che sono patita di Shawn, ovviamente, non ho rifiutato. Quindi vi chiedo gentilmente, se volete proporre questo tag anche nei vostri blog di citarci. Grazie mille!

Ruin: un libro in cui il nemico è innamorato della protagonista.


Il mio pensiero è andato subito a Shadowhunters e a Jonathan Morgenstern, che nonostante sia il fratello di Clary lui è combattuto a volere il suo amore a tutti i costi.

Mercy: Un libro in cui il protagonista sacrifica il proprio cuore o la propria anima.


E qui entra in gioco la mitica Licia Troisi con il personaggio di Adhara, lei sacrifica la sua vita per la persona che ama.

Treat you better: Un personaggio che avresti dovuto trattare meglio?



Draco Malfoy. Ho detto tutto.

Don't be a fool: Un personaggio "imbranato"



Simon. Il suo personaggio mi fa morire dal ridere!

Three empty words: un libro di cui eri innamorata, ma che ha perso il suo fascino con il passare del tempo.


 Ebbene si, rispondo con Twilight. Sinceramente lo avevo iniziato in prima superiore ma non ero nemmeno riuscita a finirlo. L'anno scorso mi sono decisa e l'ho comprato al Libraccio a tre euro. Quindi prima a poi lo "inizierò" a leggere.

Like this: Un libro che ti è piaciuto dalla prima pagina.


Innamorata proprio. Voglio rileggerlo perché devo finire ancora la saga, ma la consiglio davvero a tutti.

Light on: Una storia d'amore che ti ha tenuta in piedi tutta notte ?


La storia tra Mia e Patrick. Quanti pianti.

No Promises: un libro da cui ti aspettavi di più.


Questo libro mi è stato regalato e lo avrei comunque comprato. Dal successo che aveva fatto sinceramente mi aspettavo molto di più. Da un certo verso mi ha delusa.

Patience: Un libro molto lento, che hai faticato a leggere.


Il classico dei classici.

Bad reputation: un libro con una protagonista che ha una cattiva reputazione.


Mi sembra giusto rispondere con Lada.

Understand: Un libro che porta alla ricerca di se stessi.


Non so perché è il primo libro che mi è venuto in mente.

Roses: un libro romantico.


Non potevo rispondere con altri libri.

Hold on: un libro che hai letto velocemente.


L'ho letto in sette ore. Tempo record davvero!


Questo tag è svolto al termine, spero vi sia piaciuto e mi auguro di vederlo in molti altri blog. Ricordate di citarci. Grazie mille a chi lo farà!

Stay tuned!

Ilaria















Recensione Shadowhunters 2x20 "Beside still water" #5

agosto 24, 2017 0 Comments


Eccoci con la recensione dell'ultimo episodio della seconda stagione di Shadowhunters. Una delle migliori puntate viste fino adesso. Per chi non lo ha visto posso assicurarsi che vale la pena solo per questo episodio. 
L'episodio si apre con Jonathan Morgenstern in "fin di vita" su una spiaggia e riesce ad aprire un portale a Edom dove usciranno dei demoni.


Quest'ultimi invaderanno New York ma senza attaccare. Nel frattempo, saranno Simon e Luke che andati alla ricerca di Maia scopriranno il doppio gioco della Regina Seelie. Tutto questo porterà Magnus a redimersi. Jace e Clary vanno a Idris a cercare di fermare Valentine prima che chieda il desiderio all'angelo Raziel. I nostri beniamini riusciranno a raggiungere il lago Lyn, non certo senza alcuna difficoltà. Valentine ucciderà Jace per richiamare l'Angelo, ma sarà Clary a fermarlo, uccidendolo e chiedendo un desiderio a Raziel: riportare in vita Jace.


Nel frattempo Izzy e Alec, grazie all'aiuto di Magnus sono riusciti a richiudere il portale per Edom e facendo sparire cosi i demoni. L'episodio si conclude con i festeggiamenti all'Hunter's moon. Simon se ne va praticamente subito per andare a scontare il suo prezzo alla Corte seelie per la libertà di Maia, Jace esce dal locale per strani malori. Ma la scena più bella è proprio la finale. Dentro una caverna si trova Jonathan e una strana figura femminile gli si avvicina dicendogli: "sono qui figlio mio".
Siete curiosi? Dobbiamo attendere la terza stagione!

Spero che vi sia piaciuta e ci sentiamo presto!
Stay tuned!

Ilaria




domenica 20 agosto 2017

Harry Potter tag

agosto 20, 2017 11 Comments

Buonasera oggi vi propongo questo tag, spero lo farete in tanti e vorrei che chiunque lo faccia citi il blog da cui lo prende :)

1.Libro preferito?  Mi sono piaciuti tutti. Lo so, la domanda ne richiede uno ma è impossibile riuscire a sceglierlo.
2.Film preferito?  Fanno a gara “il principe mezzosangue” e “la pietra filosofale”. Il primo è sempre il più bello. Come tutto ebbe inizio.
3.Libro che ti è piaciuto di meno?   Mmh…direi “l’Ordine della fenice” . Non chiedetemi perché.
4.Parti dei film/libri che ti hanno fatto piangere?  Il discorso di Neville e la morte di Dobby, e poi beh tutto l'ultimo film fa piangere, come si fa a rimanere insensibili di fronte a scene così?
5.Se potessi uscire con qualunque personaggio, chi sarebbe?  Si, mi sento Grifondoro. Il primo personaggio che mi è venuto in mente è stato Draco. Non perché sia bello ecc. ecc. ma perché è un personaggio che mi è sempre piaciuto.
6.Personaggio preferito?  Oddio, qui ce ne sono più di uno *ride* innanzitutto Hermione, mi sarebbe piaciuto essere come lei, così intelligente e sempre con la risposta pronta. Purtroppo io non ho il suo cervello. Poi la famiglia Weasley al completo. Come non amarli?
7.Quale sarebbe il tuo Patronus? Un gatto, affettuoso quando vuole e indipendente che non deve tenere conto di nessuno.
8.Se potessi avere uno dei doni della morte, quale sceglieresti?  Il mantello dell’invisibilità, non sono mai stata amante dell’essere sotto agli occhi di tutti quindi direi che questo è adatto a me.
9.In quale casa finiresti? Pottermore mi ha smistato in Tassorosso e sinceramente mi sono sempre chiesta cosa abbiamo di questa casata, ma il mio cuore è Grifondoro.
10.Se potessi incontrare un membro del cast, chi sarebbe?  Una rimpatriata generale per conoscerli tutti???
11.Se fossi nella squadra di Quidditch quale ruolo avresti?  Una cercatrice, oddio che figata sarebbe? *^* 
12.Sei rimasto felice del finale? Assolutamente si! Non poteva esserci finale migliore!
13.Quanto significa per te Harry Potter?  Il mio approccio con Harry Potter è nato per caso. Avevo 6 anni e stavo finendo la prima elementare quando stavo andando con i miei genitori a fare la spesa. Già a quell’età avevo una passione molto forte per la lettura infatti mi incantavo a guardare le copertine dei libri, quando una catturò la mia attenzione. Lessi solo le ultime parole a fine trama: “Mi ricordo benissimo dei miei undici anni: a quell’età si è del tutto impotenti. Ma i bambini hanno un mondo segreto che per gli adulti sarà sempre impenetrabile”.  Fu subito 
amore! Ovviamente comprai il libro.

Spero che questo tag vi sia piaciuto e che partecipiate in tanti!
Stay tuned!

Ilaria.

venerdì 11 agosto 2017

Recensione: Shadowhunters 2x19 "Hail and Farewell" #4

agosto 11, 2017 15 Comments

Sorpresa, sorpresona già che ci sono ecco anche quello del penultimo episodio della seconda stagione di Shadowhunters. Questa serie comincia a piacermi sempre più.
Questo episodio possiamo considerarlo preparatorio per il gran finale e per la terza stagione. Troviamo la fazione dei Nascosti contro quella degli Shadowhunters pronti a una guerra mentre Valentine e Jonathan/Sebastian, vogliono fare solo i loro comodi. Ma come si fa ad odiare uno come Jonathan/Sebastian? Per me è impossibile. Sarà che è un personaggio con talmente tanto carisma che ti affascina pure quando fa lo psicopatico. In questo episodio ho trovato molta compassione per lui, in particolar modo nella scena al parco dove guarda un bambino insieme al padre. 


In ogni modo pur di compiacere il padre Jonathan/Sebastian farà di tutto. Anche perché lui vuole essere migliore di Jace, fratellastro che lui non sopporta. Infatti li vedremo combattere insieme, scena mozzafiato e che mi ha lasciata con il nodo in gola. In particolar modo quando arriva Izzy che gli dice che lui non ha avuto pietà quando ha messo mano su Max. Jace lo ferirà a morte, ma se molti, come me, hanno letto i libri sanno come andrà a finire.
Mentre la Clace in questo episodio ha finalmente trionfato, Simon e Maia hanno definito la loro relazione, troviamo messi da parte i due Lightwood. Izzy e Raphael si ritrovano e comprendono che le leggi dei Nascosti sono troppo severe da affrontare, e la nostra Malec ci fa dannare.
Simon incontra la Regina Seelie che lo vuole dalla sua parte ma il suo rifiuto farà rapire la nostra Maia che sarà imprigionata nel mondo fatato. 
L'episodio si conclude con Valentine che fa un patto con la Regina Seelie, questa donna è davvero spregevole, manipolatrice. A lei non importa del mondo nascosto a lei importa solo di se stessa e della sua pelle. 


Spero che anche questa recensione vi sia piaciuta e ci rivediamo prossima settimana!
Stay tuned!

Ilaria




Recensione: teen wolf 6x12 "Raw talent" #2

agosto 11, 2017 20 Comments

Eccoci con la recensione all'ultimo episodio di teen wolf. Che dire, per ora solo dei grandi punti interrogativi mi auguro che nel prossimo episodio vengano trovate le risposte. Questo episodio si apre con Theo, personaggio che odio e amo allo stesso tempo, che sta praticamente vivendo dentro la sua macchina. Succede una cosa strana, un ragno si infila sotto la sua pelle e quando lui va a toglierlo sparisce *puff*. Nel cambio di scena Theo viene sparato. E' vivo, è morto? Non si sa!

Intanto, Liam e Mason sono ancora impegnati con le selezioni di Lacrosse, talmente tanto che non si rendono conto di aver perso un giocare (divorato dai ragni), ma come per magia, perché a Beacon Hills tutto è possibile, questo ragazzo sta benissimo. Chissà magari è diventato una super evoluzione dell'uomo ragno. Mi chiedo, comunque, perché debbano scegliere sempre i ragni. Io li odio.
E' tornato anche il nostro Brett, purtroppo non capisco molto se questo personaggio mi piaccia o meno, non è che abbiamo approfondito molto le conoscenze con questo personaggio sta di fatto che la nostra nuova "cacciatrice" ha spostato la sua attenzione da Liam a Brett. 
La nostra cara novellina è riuscita a liberarsi del segugio ma a Brett fa un baffo, tant'è che è riuscito a scappare.
Scott e Malia dopo aver trovato il bossolo del proiettile targato Argent sono andati alla ricerca di Chris.


Lydia parla della sua visione a Parrish. Quanto posso adorarli insieme? Io ho sempre voluto che loro due stessero insieme, dov'è finita quella loro alchimia? Parrish decide di andare da solo ad Eichen House e ovviamente finisce nei guai. Per una volta sarà Lydia, grazie ai suoi poteri da Banshee a salvarlo.


L'episodio si conclude con la nostra novella cacciatrice che incontra Gerard Argent. Ma non era quasi morto? Mi auguro che lo sarà entro la fine di questa stagione. 

Spero che vi sia piaciuta questa recensione, vi lascio con la promo del tredicesimo episodio!
Stay tuned!

Ilaria


domenica 6 agosto 2017

Recensione #6 "Questo canto selvaggio" di Victoria Schwab

agosto 06, 2017 1 Comments
Questo canto selvaggio "Victoria Schwab"


Edizione: Giunti
Pagine: 394
Genere: YA
Prezzo: € 18,00

VOTO:

Bel libro!
___________________________________________________________________
Kate Harker e August Flynn sono eredi dei due acerrimi nemici che si spartiscono Verity City, metropoli spietata che per anni è stata teatro di attentati e crimini efferati, finché la violenza ha cominciato a generare mostri, creature d'ombra appartenenti a tre stirpi: i Corsai e i Malchai, avidi di carne e sangue umani, e i potenti Sunai, che come angeli vendicatori con il loro canto seducono e divorano l'anima di chi si sia macchiato di crimini. Kate vorrebbe dimostrarsi decisa e implacabile come il padre, che permette ai mostri di infestare le strade e si fa pagare dai concittadini per proteggerli. August vorrebbe solo essere umano, generoso come il padre adottivo, ma la sua maledizione è di essere ciò che gli uomini maggiormente temono: l'ultimo dei Sunai. Proprio mentre  la fragile tregua che mantiene la pace tra gli Harker e i Flynn rischia di incrinarsi, un agguato omicida costringe Kate e August a una precaria alleanza. Ma quanto potranno sopravvivere in una città popolata dai mostri e in cui nessuno è al sicuro?
____________________________________________________________________

"Parecchi esseri umani sono mostruosi, e parecchi mostri sanno giocare agli esseri umani."

Victoria ci apre subito il suo mondo: Verity City, città puramente fantastica situata all'interno degli Stati Uniti (che nel libro non si chiamano nemmeno cosi). Una città carica di violenza e teatro di crimini. Da questo tumulto si generano dei veri e propri mostri: i Corsai e i Malchai, avidi di sangue  e carne umana; i Sunai, differenti da questi mostri, loro appaiono come degli esseri umani qualsiasi e si cibano dell'anima dei peccatori suonando uno strumento musicale. Li definirei come una sorta di "angeli". Negli anni questa città è stata divisa in due fazioni: North City, troviamo la famiglia Harker, si fanno pagare dai cittadini per avere la loro protezioni dai mostri; South City, la famiglia Flynn che ha adottato August, ultimo dei Sunai. Quest'ultimi combattono perennemente contro i mostri. Flynn, decide di accontentare il figlio e mandarlo, sotto copertura, alla Colton, una scuola privata all'interno della protezione Harker, 'ove conoscerà Kate Harker.  
August, a differenza di altri Sunai, vorrebbe essere umano: normale. Kate, figlia di Harker, è una ragazza difficile, diffidente e che vuole dimostrare a tutti i costi a suo padre di essere una vera Harker. Il suo personaggio mi ha un po' fatto pena perché si sa; dietro tutta quella corazza da dura c'è un cuore sensibile che pensa ancora alla morte della madre. 
August e Kate si incontrano casualmente e non subito tra i due c'è un dialogo, anzi, inizialmente Kate sembra proprio apprezzare il fatto che August sia molto silenzioso finchè non gli chiede di suonargli il violino. Il no di August porta subito in allarme Kate. Nessuno può dire di no ad una Harker. Così la nostra protagonista comincia a cercare informazioni sulla famiglia di Freddie (cosi si fa chiamare con il nome falso August). 
Kate scopre la verità e proprio da qui iniziano le avventure dei nostri protagonisti. Un pluriomicidio a scuola fa scattare la violazione del Trattato tra le due fazioni, cosi Kate e August cominciano a collaborare e scappano verso un posto più sicuro, cosi si pensava, qui verranno attaccati da due Malchai, entrambi con una H strappata sulla guancia, segno che erano proprietà del padre di Kate. 
Le ultime pagine sono una scossa di adrenalina, da un lato August e la sua forza di non cedere all'oscurità, che anche essere un mostro non significa per forza dover fare del male e l'accettazione di sé stessi; dall'altro Kate, un rapporto difficile con il padre la spinge ad andare oltre Verity City e trovare, si spera, un posto da chiamare "casa". 
Un libro che consiglio a tutti gli appassionati di fantasy, distopici e di YA. Questo libro non può mancare nella vostra libreria.


Fatemi sapere se vi sono stata d'aiuto con questa recensione. Lasciate un commento ↓

xoxo

Ilaria

Recensione: Teen wolf 6x11 "Said the spider to the fly" #1

agosto 06, 2017 2 Comments

Sorpresa! Oggi avrete mooolte sorprese qui sul blog! Giustamente devo recuperare. Andiamo dritto al sodo. Buona lettura!


Ben tornati a Beacon Hills, la città dove accade di tutto e di più. Immaginavo che questa undicesima puntata della sesta stagione avrebbe ripreso un po' lentamente.
L'episodio si apre con Scott che è diventato assistente del Coach di Lacrosse; abbiamo un salto temporale di tre mesi, l'estate sta finendo ed è arrivato il momento per chi ha finito il liceo di dirigersi all'università. Malia è pronta a partire per Parigi, anche perché lei non riesce ad accettare il nuovo leader del gruppo, Liam. Come darle torto? Hayden lo ha lasciato e lui sembra proprio a pezzi e non lo vedo pronto per un ruolo come l'Alpha. Scott, ovviamente, sempre molto premuroso verso il suo beta che gli ricorda cosa si deve ripetere sempre per mantenere la calma: il sole, la luna, la verità.
Beacon Hills sta per affrontare una nuova minaccia, lo si può capire dal ritrovamento di un braco di lupi morti e di uno "sciame" di topi all'interno della scuola. Gli animali stanno impazzendo.
Un salto di scena ci porta ad Eichen House, posto che speravo di non rivedere mai più, qui viene liberato un nuovo personaggio: un segugio infernale. Inizialmente pensavo che lui cercasse Parrish, ma in realtà cerca una creatura che è stata liberata dalla Caccia Selvaggia.
Il segugio si intrufola nella scuola dove ci sarà un combattimento tra lui e Liam. Il nuovo personaggio credeva che fosse Liam la creatura che cercava ma una volta scoperto che non era lui svanisce.
Lydia ha delle nuove visioni e scopre che qualcuno è stato liberato. Salvare tutto quelle persone dalla Caccia Selvaggia ha avuto un prezzo da pagare.
Scott era pronto per partire con la Jeep del suo migliore amico, Stiles. Puntualmente arriverà Lydia dicendogli che non possono andarsene. Non ancora.
Scott, Lydia e Malia vanno alla ricerca del segugio, ma quando arrivano nel bosco è troppo tardi. Qualcuno gli ha sparato in testa, non con un semplice proiettile ma con uno firmato Argent.
Nella scena finale troviamo il nostro Stiles che è un tirocinante presso l'FBI, il suo grande sogno, sono davvero fiera di lui. Lo troviamo come al solito sarcastico e con una gran voglia di cominciare il suo nuovo percorso. Il loro tutor farà vedere dei video, in cui appare il nostro Derek Hale, già proprio lui.

Questa scena è fantastica *ride*

"Per cosa è accusato?"
"Omicidio"
"Mi scusi, che tipo di omicidio?"
"Omicidio di massa"


Cosa avrà combinato il nostro Derek? Non vedo l'ora di scoprirlo! 

Se vi è piaciuto questa piccola recensione sul nuovo episodio di Teen Wolf fatemelo sapere nei commenti qui sotto ↓

xoxo

Ilaria

sabato 5 agosto 2017

Recensione: Shadowhunters 2x18 "Awake, arise or be forever fallen" #3

agosto 05, 2017 0 Comments

Buongiorno a tutti lettori, come state? Chiedo scusa per l'assenza ma sono tornata ieri dalle ferie e oggi pubblicherò ben tre recensioni: questa, una sul nuovo episodio di teen wolf e la recensione di "Questo canto selvaggio" lettura del mese di luglio con le #Crazybibliophilesclub.

_________________________________________________________________________

L'episodio inizia con il piccolo Max Lightwood che ha scoperto il segreto di Sebastian: ovvero che in realtà lui è Jonathan Morgenstern, fratello di Clary. Quest'ultimo attacca subito il piccolo Shadowhunters facendogli perdere i sensi.
In tutto questo Maia e Simon assistono all'attacco di un lupo mannaro che ferisce gravemente un mondano. Bat, cosi si chiama il ragazzo, è destinato a diventare come Maia, un lupo mannaro per le profonde ferite riportate.


Luke e Magnus partecipano a un incontro la Regina Seelie che da loro un tempo massimo per accettare la sua offerta di marciare contro gli Shadowhunters.
Izzy trova il corpo di Max mentre i nostri protagonisti cercano di isolare in tutti i modi possibili l'Istituto e di proteggere lo Specchio Mortale da Jonathan.
Magnus continua a rivivere flashback sulle sue esperienze passate con Alec, ancora arrabbiato con lui per essere stato ingannato.


Sebastian (Jonathan) riesce, grazie ad alcuni stratagemmi, a recuperare lo Specchio Mortale. Non riesce a ingannare Clary, che ha totalmente cambiato idea sul destino dannato del fratello. Jonathan riesce, però, a scappare mentre Clary prova ad opporre una runa di protezione sullo Specchio facendolo sgretolare.


Magnus lascia Alec. L'episodio termina con Luke, spiato durante un discorso al suo branco dalla sua collega di polizia. 

MAX NON E' MORTO!

Voglio aggiungere solo due parole su questa questione. La morte di Max nei libri è stata fondamentale, è stato un chiaro passo in avanti per mettere "fine" alla pace che c'era tra gli Shadowhunters, rivelando che oltre a Valentine c'era in circolazione anche il figlio con sangue di demone. Sono contenta che Max non sia morto, ma penso che sarebbe stato meglio che lo fosse. In caso comunque hanno fatto morire la madre di Clary che poveretta non c'entrava niente. 

Voi cosa ne pensate? Fatemelo sapere nei commenti qui sotto ↓

xoxo

Ilaria

Recensioni #11 "Cherry" di Lindsey Rosin

"Cherry" di Lindsey Rosin Editore: Piemme Pagine: 320 Genere: Young Adult Prezzo: € 17,00 VOTO: Quatt...

Recent Posts